Compagnie Aeree

American Airlines amplia il programma di carico

Print Friendly, PDF & Email

American Airlines ha ampliato il suo programma di carico a maggio per fornire 140 voli settimanali verso 15 città dell’Asia del Pacifico, Europa e Caraibi, rispetto agli 80 voli della scorsa settimana. Le nuove destinazioni includono voli giornalieri tra Dallas-Fort Worth (DFW) e Hong Kong (HKG); e voli settimanali da DFW e Pechino (PEK); DFW Chicago (ORD) e Parigi (CDG); ORD e London Heathrow (LHR); Filadelfia (PHL) e Roma (FCO); PHL e San Juan (SJU) e PHL e Zurigo (ZRH).

Per più di 75 anni, i voli cargo hanno svolto un ruolo significativo nella storia di American Airlines. E ora di fronte a una pandemia globale, i voli cargo stanno ancora una volta inserendo merci nei libri di storia per gli americani.

“Il motivo per cui voliamo non è cambiato, ma per necessità il modo in cui ci prendiamo cura delle persone nel viaggio della vita ha dovuto cambiare. Le lotte a carico solo ci hanno permesso di trasportare attrezzature mediche, strumenti di comunicazione e tecnologia, prodotti farmaceutici e forniture alimentari “, ha affermato Rick Elieson, presidente di Cargo e vicepresidente delle operazioni internazionali. “Il trasporto aereo di merci è posizionato in modo univoco per connettere il mondo in un momento in cui le barriere e la distanza minacciano di separarci. Sono immensamente orgoglioso dei nostri team e partner commerciali che si sono uniti per rendere possibili questi voli “, ha affermato Elieson.

Le prime origini della compagnia aerea possono essere ricondotte al carico volante, quando un Douglas DC-3 caricato con oltre 6.000 libbre di spinaci freschi, fiori freschi, parti di aeroplano e abbigliamento ha volato il primo volo aereo di linea da Burbank, California (BUR) a New York (LGA) il 15 ottobre 1944. American fu anche la prima compagnia aerea con terminal merci dedicati.

Dopo essere cresciuto in una compagnia aerea passeggeri, American tornò alle operazioni di trasporto merci nell’ottobre 1974 con sei Boeing 747. Con 176.000 libbre di capacità di carico, il cargo ha trasportato una vasta gamma di merci da una macchina da stampa a prodotti freschi nel suo primo anno.

American ha pilotato i mercantili per 10 anni prima che la capacità dei nuovi velivoli widebody (all’epoca il DC-10 e il Boeing 767) consentisse all’americano di caricare container per aeromobili passeggeri, allontanando il vettore da una flotta mercantile dedicata. I mercantili furono venduti, uno acquistato dalla NASA e convertito in pigiama lo space shuttle.

L’americano è un attore chiave nel 35% del commercio mondiale che si muove per via aerea, trasportando 2 miliardi di sterline di merci ogni anno nelle pance dei suoi aerei passeggeri. E ora più che mai, le merci aviotrasportate svolgono un ruolo significativo nel collegamento del mondo con merci critiche: trasporto di prodotti freschi, spedizione di studi farmacologici a temperatura controllata per coronavirus (COVID-19) e riempimento di aeromobili pieni di DPI.