Curiosità

Apertura a Palermo di Visit Petersburg

Print Friendly, PDF & Email

A Palermo apre il primo ufficio “Visit Petersburg”, la struttura di promozione turistica della città russa dedicata ai mercati esteri. A gestire gli uffici del capoluogo siciliano sarà il tour operator siciliano Bts Tourism & Travel guidato da Alfio La Ferla, storico operatore del mercato turistico russo in Sicilia, che si occuperà anche delle sedi di prossima apertura a Roma e Milano.

La presentazione di Visit Petersburg a Palermo, nella centralissima via Liberta 97, è avvenuta nella Sala Concerti dell’Istituto dei Ciechi di Palermo alla presenza di rappresentanti istituzionali siciliani e russi.

“Con questa apertura – ha esordito Gaetano Armao, vice presidente della Regione siciliana e assessore all’Economia – la Sicilia apre un ponte ideale con una delle città più importanti d’Europa e della Russia. Tra l’altro sono diversi i legami che esistono tra le due città, dalla musica alla cultura, dall’architettura all’innovazione. Inoltre, grazie a questi nuovi uffici i siciliani potranno scoprire la Russia, popolo dalle forti tradizioni e dall’immensa cultura. La Regione è particolarmente attenta a questo tipo di iniziative a cui va tutto il sostegno”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Evgeny Panteleev, console generale della Federazione Russa a Palermo: “Siciliani e russi sono particolarmente simili e ci auguriamo che questa nuova struttura possa incrementare i flussi turistici dei siciliani in Russia e dei turisti di San Pietroburgo in Sicilia”.

“Abbiamo deciso di inaugurare questi uffici a Palermo – ha spiegato Nadezhda Petrova, direttrice generale dell’Ufficio Statale di Informazione Turistica della Città di San Pietroburgo – perché vogliamo far conoscere la nostra città, che è una delle più belle al mondo grazie anche ai tanti architetti e artisti italiani che l’hanno resa tale. Nel 2018, in occasione dei Campionati Mondiali di calcio, la nostra città è stata messa alla prova e tutte le strutture dedicate ai turisti, gli alberghi e i servizi di trasporto hanno superato la prova. Quindi ora siamo davvero pronti per accogliere i turisti. Tra l’altro, dallo scorso 1° ottobre è partito il progetto di visto elettronico grazie al quale i viaggiatori non dovranno più recarsi in ambasciata o consolato per il visto sul passaporto ma potranno richiederlo online e riceverlo in 4 giorni per un soggiorno di massimo 8 giorni a San Pietroburgo e nella sua regione”.

“Un ufficio del turismo a San Pietroburgo esiste già da 20 anni – ha osservato Anna Nevinskaia, vice direttrice Generale per lo Sviluppo dei Progetti dell’Ufficio Statale di Informazione Turistica della Città di San Pietroburgo – e nel 2019 la città ha superato la soglia dei 9 milioni di turisti annui, con una crescita rilevante della quota di turisti italiani. Del resto arrivare in Russia è abbastanza semplice dall’Italia visto che ci sono voli diretti da Milano, Roma e Pisa operati da Aeroflot, Alitalia e Pobeda. Ma si può arrivare a San Pietroburgo anche in treno, da Mosca o Helsinki e persino in nave”.

Nevinskaia ha quindi elencato i prossimi eventi in programma nella città dagli europei di calcio di quest’estate al congresso degli chef mondiali fino ai campionati mondiali di hockey sul ghiaccio del 2023, non senza dimenticare gli eventi che ormai sono diventati tradizione per la città, come i festival delle luci che si svolge ogni anno ad aprile e novembre muovendo circa 300 mila turisti annui. Ma la città è pronta anche ad accogliere gli sposi che vogliono dire sì sulle rive della Neva, mentre prende sempre più campo il turismo medico che abbina alle cure sanitarie la visita della città.

Per quanto riguarda gli uffici di promozione, a San Pietroburgo ci sono 9 bureau fissi e due mobili e da tre anni esiste anche il servizio “Ask me” a bordo di segway per aiutare i turisti in giro per la città. Negli info-point è possibile acquistare biglietti per gli spettacoli ma anche ritirare brochure e opuscoli informativi oltre che trovare informazioni utili sulla città, la sua storia e i suoi monumenti. Inoltre esiste anche una card turistica da 72 ore che consente di risparmiare sui biglietti dei musei e sui mezzi di trasporto, di fare escursioni e avere sconti in alcuni ristoranti e negozi.

“30 anni di amicizia mi legano ad Alfio La Ferla – ha aggiunto Arnold Rish, vice presidente senior del Soviet del Turismo di San Pietroburgo – e dunque sono molto felice che finalmente ci sia un avamposto della Russia anche in Sicilia. Quella di Palermo è la tredicesima apertura nel mondo di Visit Petersburg che proprio da qualche mese ha scelto BTS come partner per le aperture dei nuovi uffici in Italia”.

“Oltre a gestire gli uffici di Visit Petersburg a Roma, Milano e Palermo – ha sottolineato Alfio La Ferla – Bts rivisiterà e implementerà la versione italiana del sito web di Visit Petersburg che sarà online a metà febbraio e si occuperà anche delle pagine social in lingua italiana e russa. Come Bts da sempre ci occupiamo di turismo russo sia sul versante dell’incoming che per l’outgoing e abbiamo due uffici di rappresentanza a Mosca e San Pietroburgo. In particolare, sulla Sicilia abbiamo appena stretto dei rapporti di collaborazione con le strutture di Calampiso a San Vito Lo Capo e Athena Resort di Scoglitti per ospitare i turisti russi in arrivo quest’estate in Sicilia”.

Visit Petersburg ha un proprio brand, un proprio sito web http://www.visit-petersburg.ru/en/, i propri social media e i propri Uffici all’estero, le cui aperture, per quanto riguarda l’Italia, sono state affidate al tour operator siciliano Bts Tourism & Travel guidato da Alfio La Ferla, storico operatore del mercato turistico russo in Sicilia e non solo. Gli Uffici svolgono diverse funzioni: punti di Informazione sull’offerta turistico-culturale di San Pietroburgo  rivolti agli operatori turistici italiani, ma anche ai turisti individuali; centri di promozione turistica dei soggiorni nella città russa e delle visite agli innumerevoli musei e siti sanpietroburghesi; centri di pubblicità per la produzione artistica di quella che viene universalmente considerata la storica capitale culturale della Federazione Russa; punti di aggregazione su temi di attualità riguardanti San Pietroburgo e la Federazione Russa.