Istituzioni

FIT CISL, ANPAC e ANPAV hanno incontrato Ryanair

Print Friendly, PDF & Email
Si è svolto nei giorni scorsi il previsto incontro fra Ryanair, la Fit Cisl Nazionale e le Presidenze Nazionali dell’Associazioni professionali dei piloti ed assistenti di volo, firmatari dei contratti collettivi aziendali Italiani.
All’ordine del giorno le tematiche relative al trasferimento di un ramo di Azienda di Ryanair a Malta, trasferimento che “non apporterà effetti negativi sul personale” si legge nella nota.
“Le criticità espresse sono legate esclusivamente alla situazione generata dal mancato arrivo dei Boeing 737 MAX – proseguono i sindacati -. La O.S. e le AA.PP. hanno espresso a Ryanair la chiara volontà di affrontare preventivamente eventuali riequilibri del personale che dovessero verificarsi e la Società al contempo ha confermato la strategicità del mercato italiano e la volontà di non procedere alla chiusura di basi sul territorio nazionale. Le parti hanno inoltre confermato la finalizzazione dei passaggi contrattualmente previsti che porteranno dal prossimo 1 ottobre tutto il personale basato in Italia ad essere assoggettato integralmente alla imposizione fiscale italiana”.
Il prossimo incontro si terrà nei primi giorni di settembre.