Fiere Turismo

Formentera sbarca alla BIT

Print Friendly, PDF & Email

Dal 9 all’11 febbraio il Consell Insular de Formentera farà tappa a Milano per partecipare alla 40° edizione di BIT 2020, la Borsa internazionale del Turismo a Fiera Milano City. L’isola ha scelto di essere presente con uno stand dedicato (padiglione 4 stand C85)per continuare a promuoversi verso il mercato italiano incontrando operatori turistici, media e consumatori e comunicando loro tutte le novità, gli eventi e i piani strategici dell’anno.

Sostenibilità, sport e cultura sono i temi di punta di quest’anno per la promozione della più piccola delle isole Baleari che, nonostante le dimensioni contenute (superficie di 82 km e un’estensione di 20 km da un’estremità all’altra), è una destinazione ricca di bellezze naturalistiche e con un’ampia offerta di attrazioni sportive e culturali. Tutti questi temi saranno strettamente connessi tra loro in quanto l’obiettivo del Consell è quello di trovare un equilibrio tra la tutela del patrimonio naturale dell’isola e la crescita turistica grazie ad iniziative green di rilievo, progetti ed eventi nel rispetto della sostenibilità ambientale.

“Formentera è diventata un laboratorio di sostenibilità, un modello da riproporre anche in altre mete, per le numerose pratiche avviate in difesa dell’ambiente ma che ben si integrano con un turismo turistico responsabile – afferma Alejandra Ferrer, Presidente del Consell Insular e Assessore al turismo – e dimostrare che la sintonia tra la tutela del patrimonio e la buona convivenza tra residenti e turisti è possibile. E conclude Ferrer – “L’isola deve rimanere un punto di riferimento nel mondo del turismo senza perdere la propria autenticità, diventare una meta sostenibile in perfetta armonia con un paesaggio naturale unico anche quando la presenza turistica è alta”.

Scegliamo di ritornare in BIT – afferma Carlos Bernús Blanch, Manager de la Promocion Turistica – perché Formentera continua ad essere scelta e amata da tantissimi italiani che si posizionano ai primi posti in termini di arrivi internazionali.– continua Bernús. Inoltre la nostra è una destinazione molto vivace, sempre in continua evoluzione, per cui abbiamo molto da presentare ai nostri partner dell’industria turistica in termini di novità e i progetti per il 2020” – conclude Bernús.

Scommettere sulla mobilità sostenibile con la graduale sostituzione di auto ibride e elettriche sull’isola, istituire molteplici stazioni di ricarica, regolamentare l’accesso dei veicoli a benzina, proteggere uno dei suoi tesori marini, la Posidonia Oceanica, attraverso il progetto Save Posidonia Project, sono solo alcune delle azioni che vogliono garantire a residenti e turisti di godere per tanti altri anni dell’isola nelle sue condizioni attuali. E un’altra scommessa sostenibile è la gastronomia Slow Food, che include antiche ricette tradizionali preparate con materie prime locali a km zero, un circuito di  produttori e una rete di piccoli negozi in cui sono distribuiti.

Formentera vanta meravigliosi paesaggi mediterranei, spiagge mozzafiato tra cui Ses Illetes (da sempre annoverata nella top ten mondiale di numerose classifiche), ampie foreste di pini e ginepri, 32 percorsi nella natura che conducono al mare, una straordinaria biodiversità che conta oltre 210 specie di uccelli censiti.

L’isola è una meta perfetta in ogni momento dell’anno, oltre che per il clima mite, anche grazie ad un’ampia gamma di eventi sportivi, quali la Mezza Maratona, la BTT Vuelta Cicloturista, il Triathlon di Es Pujols e culturali, tra cui la Formentera Fotográficail Jazz Festival, il Tango Festival o il Formentera Zen.