Aeroporti

Heinemann Italia e Aeroporto di Bologna insieme a sostegno di Dynamo Camp Onlus

Print Friendly, PDF & Email

Nei giorni scorsi, Heinemann Italia, filiale di Gebr. Heinemann con sede ad Amburgo, e Aeroporto di Bologna hanno concluso ufficialmente, con una cerimonia di consegna svoltasi all’interno della sala imbarchi dell’area Schengen, l’attività benefica di raccolta fondi a favore di Dynamo Camp Onlus, il primo camp in Italia appositamente strutturato per ospitare gratuitamente bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni affetti da patologie gravi e croniche.

L’attività, iniziata il 15 novembre presso il Duty Free Heinemann che opera all’interno dell’Aeroporto “G.Marconi” di Bologna, consisteva nella vendita di un simpatico peluche natalizio “Freddy The Teddy”, prodotto in esclusiva per Heinemann, il cui ricavato è stato destinato all’associazione Dynamo Camp Onlus. In aggiunta, per tutta la durata dell’attività, è stato raccolto e donato 1 euro per ogni  altro giocattolo venduto sempre nello stesso punto vendita. In totale sono stati donati 7.500 euro.

“L’attività  Freddy The Teddy è un classico del mondo Heinemann e viene organizzata ogni anno per le festività di Natale. Quest’anno, per la prima volta, come Heinemann Italia abbiamo proposto l’iniziativa all’Aeroporto di Bologna, che ha accettato di sostenerla rinunciando alle royalties loro dovute sulle vendite di questo prodotto per aumentare la quota donata. La vendita degli orsetti è stata un grande successo e molto gradita dai nostri passeggeri, che per la prima volta a Bologna hanno potuto combinare shopping  all’interno del Duty Free con un gesto significativo e concreto a sostegno di Dynamo Camp Onlus.” – ha dichiarato Dominika Chazbijewicz, Category Manager di Heinemann Italia che ha coordinato la realizzazione progetto.

“Nonostante sia attiva  a livello globale Gebr. Heinemann è un’azienda a conduzione famigliare, e da cinque generazioni ci impegniamo a promuovere i nostri principi di cui quello più significativo per noi è “Siamo una famiglia”. Siamo orgogliosi e felici di avere l’opportunità di sostenere una associazione come Dynamo Camp Onlus che pensa ai bisogni dei bambini ed alle loro famiglie. Ringraziamo inoltre l’Aeroporto di Bologna per aver pensato a Dynamo Camp Onlus come destinatario e per il supporto a questa attività ” -ha dichiarato Karl Niendorf, Amministratore Delegato di Heinemann Italia.

Presenti all’incontro anche l’Amministratore Delegato di Aeroporto di Bologna Nazareno Ventola e il Direttore Business Non Aviation Stefano Gardini, accompagnati dal dott. Mario Agnoli.

Insieme all’assegno sono stati consegnati anche 50 peluche che Dynamo Camp donerà alle famiglie ospiti nel periodo di Natale, e la versione gigante di 2 metri di Freddy The Teddy per la gioia dei piccoli ospiti dell’associazione.

“Dynamo Camp : dove la vera cura è ridere e la medicina è l’allegria!”

Dynamo Camp Onlus è il primo camp in Italia appositamente strutturato per ospitare gratuitamente bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni affetti da patologie gravi e croniche.

Le attività si svolgono presso Dynamo Camp e, grazie ai Dynamo Programs, fuori dal Camp in ospedali, associazioni e case famiglia nelle maggiori città italiane. Arrampicata, equitazione, tiro con l’arco, Terapia Ricreativa in acqua, attività di circo, Art Factory, Radio Dynamo, Dynamo Studios, Dynamo Musical sono attività proposte a Dynamo Camp e Radio, Studio, Musical sono proposte coi Dynamo Programs. Tutte sono strutturate secondo il principio della Terapia Ricreativa Dynamo che ha l’obiettivo dello svago e del divertimento ma anche e soprattutto di essere di stimolo alle capacità dei bambini, di rinnovare la fiducia e la speranza.

“Grazie a Heinemann Italia e Aeroporto di Bologna per il supporto a Dynamo Camp attraverso un’iniziativa che porta sostegno economico e contemporaneamente contribuisce a far conoscere il nostro progetto a un pubblico ampio” è il ringraziamento della Responsabile della Raccolta Fondi Corporate Dynamo Camp Nunzia Sciavarrello.

Il peluche si poteva acquistare presso Heinemann Duty Free. Una versione di due metri di Freddy The Teddy pubblicizzava l’operazione e attraeva il pubblico, animando la sala imbarchi Schengen.