Eventi

Incontro per l’aviazione sostenibile ad Oslo

Print Friendly, PDF & Email

I principali attori dell’industria aeronautica europea si sono incontrati a Oslo per creare il quadro di un programma unico che trasformerà il trasporto aereo norvegese e fungerà da base di apprendimento per l’aviazione sostenibile su scala regionale. I rappresentanti di Airbus, Avinor, Leonardo, Safran, SAS Scandinavian Airlines e Widerøe hanno partecipato a una riunione guidata dall’Autorità per l’aviazione civile norvegese e dall’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (EASA) per avviare i lavori della Task Force per l’aviazione a emissioni zero. Il ministro dei trasporti norvegese Knut Arild Hareide, si è unito alla sessione di apertura.

“È nel settore dei trasporti che contribuiremo maggiormente alla riduzione delle emissioni. Il mondo si trova di fronte a una crisi climatica e da quando sono entrato in carica poche settimane fa, sono stato molto chiaro che questa è la mia missione principale come ministro dei trasporti. Dovremo consegnare. Speriamo che la costante attenzione alle tecnologie a zero emissioni contribuirà alla riduzione delle emissioni “, ha affermato il Ministro dei trasporti. Attuazione precoce in Norvegia Basandosi sull’esperienza in altri settori dei trasporti e rispondendo alle aspettative dei suoi cittadini, la Norvegia sta compiendo passi verso la rapida attuazione del trasporto aereo privo di emissioni nel suo mercato regionale. La geografia della Norvegia significa che i suoi numerosi fiordi e montagne ostacolano il trasporto via terra, rendendo il trasporto aereo una componente essenziale della sua infrastruttura generale.Collaborazione europea Per l’EASA in qualità di regolatore europeo, il programma è allineato al suo duplice mandato per ridurre l’impatto ambientale del trasporto aereo garantendo nel contempo la sicurezza dei viaggi aerei. “L’AESA svolge un ruolo di primo piano nello sviluppo e nell’attuazione attiva di misure per affrontare le sfide ambientali.

Questo sforzo di collaborazione con CAA Norvegia e i principali rappresentanti dell’industria fornisce una solida base per azioni concrete ed efficaci per consentire l’innovazione e ridurre le emissioni del trasporto aereo “, ha affermato Patrick Ky, direttore esecutivo dell’EASA. Per la Norvegia, l’istituzione della Task Force apporta una preziosa dimensione internazionale alla loro ambizione regionale. L’impegno di attori dell’aviazione nuovi e affermati a considerare le sfide ambientali, economiche, tecnologiche e istituzionali garantisce un approccio globale. “C’è un impegno significativo in questa iniziativa. Riteniamo che la collaborazione sia la chiave per riuscire a trovare nuove soluzioni e ridurre le emissioni. La Norvegia è ben posizionata per diventare un’arena per l’innovazione nel settore grazie alla nostra ben sviluppata rete di aeroporti regionali, al nostro accesso all’energia pulita e rinnovabile e, naturalmente, a un’industria aeronautica dedicata e alle autorità proattive “, ha affermato Lars Kobberstad, direttore Generale della CAA Norvegia.

Raccomandazioni attuabili – estate 2020 Nella sua riunione di avvio, la Task Force ha concordato di elaborare una relazione e una tabella di marcia di raccomandazioni attuabili a sostegno dell’ambizione norvegese, che saranno presentate al governo norvegese nell’estate 2020. Ciò includerà azioni a breve termine che potrebbero essere attuate entro il 2025 o anche azioni a più lungo termine che si estendono fino al 2030 o oltre. Parallelamente, la Task Force lavorerà per soluzioni che possano contribuire ai più ampi sforzi europei per l’aviazione sostenibile. Particolare attenzione verrà data alle potenziali misure e incentivi per promuovere la transizione verso aeromobili senza emissioni.