Innovazione Aerea

L’ESA e Airbus coopereranno sulla piattaforma Bartolomeo

Print Friendly, PDF & Email

L’Agenzia spaziale europea (ESA) e Airbus Defence and Space hanno firmato oggi una Dichiarazione di Intenti sull’utilizzo in comune della piattaforma di carico esterno Bartolomeo in previsione di un numero limitato di missioni scientifiche a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

L’ESA apprezza gli sforzi di Airbus finalizzati ad avviare l’utilizzo commerciale della piattaforma Bartolomeo e gli investimenti effettuati per sviluppare il sistema e il servizio di missione spaziale integrato (Bartolomeo All-in-One Space Mission Service) sulla base dell’accordo di partnership siglato con l’ESA a febbraio 2018. Airbus apprezza il supporto e la consulenza forniti dall’ESA durante questo processo ed è felice del crescente interesse manifestato dai clienti europei.

L’ESA ritiene che Bartolomeo sia una piattaforma spaziale interessante e competitiva che ha suscitato notevole interesse da parte degli Stati membri e delle comunità scientifiche dell’ESA. Oltre alla sistemazione della sonda Multi-Needle Langmuir Probe (m-NLP), l’ESA prevede di realizzare ulteriori missioni, a cominciare da:

– una piattaforma di esobiologia che richiede un singolo slot orientato verso lo Zenith e il ritorno dei campioni biologici attraverso un airlock del payload.

– il payload del materiale SESAME dell’Agenzia spaziale francese CNES attraverso diverse campagne e resa dei campioni.

Al fine di semplificare il processo di appalto per tutte le missioni scientifiche dell’ESA su Bartolomeo, l’ESA e Airbus stanno preparando un accordo quadro che entrambi i partner sigleranno a novembre 2019.