Curiosità

Riaperte le Terme di Caracalla. Le altre riaperture

Print Friendly, PDF & Email

Proseguono sulla base delle disposizioni previste dal Dpcm del 17 maggio 2020, la riapertura dei musei, parchi archeologici, archivi e biblioteche del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Sabato 13 giugno sono tornate visitabili le Terme di Caracalla a Roma, il Giardino della Villa Medicea di Castello a Firenze, la Galleria di Palazzo Reale e la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola a Genova, il Palazzo Ducale di Mantova, l’Area Archeologica di Turris Libisonis del Museo Nazionale Antiquarium Turritano di Porto Torres, il Museo Archeologico Nazionale di Castiglioncello, il Museo della Certosa di Pavia e il Museo archeologico nazionale della Lomellina.

Domenica 14 giugno, invece, è stata la volta del Giardino e Parco della Villa della Petraia a Firenze, il Forte San Terenzo a Lerici, la Galleria Nazionale della Puglia “Devanna” a Bitonto, il Museo Archeologico di Altamura, il Museo Archeologico di Canosa di Puglia, il Castello Svevo di Bari, il Museo Archeologico Nazionale e il Castello di Gioia. Il 15 giugno riapriranno le sale della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, dell’Archivio di Stato di Milano e dell’Archivio di Stato di Como e sempre nella stessa data aprirà il Castello di Copertino a Lecce.

Venerdì 12 giugno invece hanno riaperto il Tempietto del Clitunno (PG), la Villa e il giardino di Cerreto Guidi, Cerreto Guidi (FI), la Necropoli della Banditaccia, Cerveteri (RM) e la Necropoli di Monterozzi, Tarquinia (VT).

Orari e modalità di apertura sono verificabili sui siti internet dei singoli istituti culturali, mentre al link http://www.beniculturali.it/luoghiaperti è possibile ricercare i luoghi della cultura finora tornati accessibili al pubblico.