Compagnie Aeree

Risultati preliminari IAG e aggiornamento del primo trimestre

Print Friendly, PDF & Email

International Airlines Group (IAG) annuncia i suoi risultati preliminari per il primo trimestre 2020 e continua a valutare ulteriori riduzioni dei costi e iniziative di cash flow in tutto il Gruppo. British Airways consulterà le proposte di ridondanza e ristrutturazione con i suoi sindacati.

Risultati del primo trimestre

I ricavi totali sono diminuiti del 13% a € 4,6 miliardi rispetto ai € 5,3 miliardi dell’esercizio precedente. Il risultato operativo prima delle voci eccezionali è stato una perdita di 535 milioni di euro rispetto a un utile di 135 milioni di euro dell’anno scorso. Inoltre, l’utile ante imposte di IAG è stato influenzato da un addebito eccezionale di 1,3 miliardi di euro derivante dall’inefficacia del suo carburante e delle coperture in valuta estera per il resto del 2020 a causa di un eccesso di copertura. Questa commissione eccezionale viene misurata alla data di fine trimestre. I risultati dettagliati per il primo trimestre verranno pubblicati come previsto il 7 maggio, accompagnati da una presentazione e una conference call per analisti e investitori.

Il risultato operativo nei primi due mesi del 2020 è stato simile a quello dell’anno scorso, nonostante la sospensione dei voli per la Cina a causa di COVID-19 dalla fine di gennaio. Tutta la riduzione del risultato operativo nel trimestre rispetto allo scorso anno è arrivata a marzo. La maggior parte della riduzione del risultato operativo di IAG è stata sostenuta da British Airways, seguita da Iberia e Aer Lingus, mentre Vueling ha registrato un modesto aumento delle perdite operative.

Capacità

La capacità passeggeri, espressa in termini di chilometri disponibili disponibili, è diminuita del 10,5% nel trimestre. Il traffico passeggeri in termini di ricavi passeggeri chilometri è diminuito del 15,2 per cento nel trimestre. Il fattore di carico del sedile nel trimestre è diminuito di 4,3 punti, portandosi al 76,4 per cento.

Lo IAG ha ridotto la capacità passeggeri in aprile e maggio del 94% rispetto allo scorso anno, operando solo voli per viaggi essenziali e rimpatrio. Tra il 22 marzo e il 26 aprile IAG Cargo ha effettuato circa 350 voli di andata e ritorno per il solo carico aggiuntivo, principalmente su rotte a lungo raggio con aeromobili widebody passeggeri. La capacità dei passeggeri a partire da giugno dipenderà dai tempi di allentamento dei blocchi e delle restrizioni di viaggio da parte dei governi di tutto il mondo.

Consultazione di ridondanza di British Airways

Alla luce dell’impatto di COVID-19 sulle operazioni correnti e delle aspettative che il recupero della domanda di passeggeri ai livelli del 2019 richiederà diversi anni, British Airways sta formalmente informando i suoi sindacati su un programma di ristrutturazione e ridondanza proposto. Le proposte rimangono soggette a consultazione, ma è probabile che interesseranno la maggior parte dei dipendenti di British Airways e potrebbero comportare la ridondanza di un massimo di 12.000 di essi.

Come annunciato in precedenza, British Airways si è avvalsa del sistema di conservazione del lavoro COVID-19 del Regno Unito e ha fornito 22.626 dipendenti ad aprile.

Prospettiva

Come annunciato il 28 febbraio 2020, data l’incertezza sull’impatto e sulla durata di COVID-19, IAG non fornisce attualmente una guida agli utili per il 2020. Tuttavia, il Gruppo prevede che le sue perdite operative nel secondo trimestre saranno significativamente peggiori rispetto al primo trimestre, dato il sostanziale declino della capacità passeggeri e del traffico e nonostante un certo sollievo sui costi dei dipendenti dalla retribuzione governativa e dai regimi di sostegno salariale.

Alla fine di marzo, la liquidità totale e gli strumenti finanziari generici e impegnati non utilizzati sono stati pari a € 9,5 miliardi, inclusi € 6,95 miliardi di liquidità, equivalenti di cassa e depositi fruttiferi.

Il recupero del livello della domanda di passeggeri nel 2019 dovrebbe durare diversi anni, rendendo necessarie misure di ristrutturazione a livello di gruppo.