Compagnie Aeree

Ukraine International: posata prima pietra del parco in memoria di passeggeri ed equipaggio PS752

Print Friendly, PDF & Email

Lunedì 17 febbraio, all’aeroporto internazionale di Boryspil, l’Ucraina International Airlines ha lanciato la costruzione di un parco in memoria delle vittime dell’incidente aereo dell’UIA l’8 gennaio 2020, sopra Teheran.

Per commemorare coloro che hanno perso la vita nel cielo dell’Iran, l’Ucraina International ha organizzato una cerimonia ufficiale per la posa della prima pietra di un parco commemorativo. Alla cerimonia hanno partecipato le famiglie e gli amici del defunto; Vadym Prystaiko, ministro degli affari esteri dell’Ucraina; Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio di sicurezza nazionale e di difesa dell’Ucraina; rappresentanti diplomatici di paesi che hanno perso i cittadini – Melinda Simmons, Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziari del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord in Ucraina; Sig. Andreas Edevald, Console, Secondo segretario dell’Ambasciata del Regno di Svezia in Ucraina; Il sig. Sardar Mohammad Rahman Oghli, ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Repubblica islamica dell’Afghanistan in Ucraina; rappresentanti ufficiali dell’Ambasciata del Canada e della Missione di polizia canadese in Ucraina – nonché delle squadre dell’Ucraina Internazionale e dell’Aeroporto Internazionale di Boryspil, dei fondatori del Safe Sky Charity Fund e dei membri del consiglio di amministrazione, funzionari governativi e leader civili dell’Ucraina.

“Vorrei chinare la testa addolorata per le vittime del volo PS752”, ha osservato Vadym Prystaiko, ministro degli affari esteri dell’Ucraina. – Non deve essere mai successo. Non deve essere mai successo nel mondo in cui lo stato di diritto e l’ordine sono dichiarati di maggior valore. Facciamo del nostro meglio per ripristinare la giustizia e imporre responsabilità ai responsabili. Chiederemo solo un risarcimento per questa tragedia “.

“Oggi sono passati 40 giorni dalla tragica perdita di 176 vite nel cielo dell’Iran”, ha osservato Yevhenii Dykhne, CEO di Ucraina International. – Per celebrare questa data e rendere omaggio alle vittime del volo PS752 Teheran – Kyiv, noi di Ukraine International abbiamo deciso di avviare la costruzione di un parco commemorativo. Ringraziamo sinceramente tutti coloro che hanno condiviso questo momento con noi e ci hanno supportato in questi tempi difficili. ”

Alla fine, la compagnia aerea prevede di erigere un monumento creato a seguito dei risultati di un concorso aperto tra scultori ucraini.

“Chiunque abbia dedicato la propria vita all’aviazione fa parte di una famiglia di parentela. L’8 gennaio, questa famiglia ha subito una terribile perdita, – ha osservato Pavlo Riabikin, CEO di Boryspil International Airport State Enterprise. – Piangiamo insieme ai nostri amici e colleghi dell’Ucraina International, alle famiglie dei defunti e al mondo intero. Riteniamo essenziale perpetuare il ricordo delle vittime dell’incidente aereo più grande mai avvenuto in Ucraina “.

Inoltre, i leader civici ucraini hanno fondato il fondo di beneficenza Safe Sky con l’obiettivo di raccogliere fondi per le famiglie degli ucraini deceduti, informare il pubblico sulle indagini sulle cause della tragedia e inizializzare i passi sostanziali in materia di sicurezza dell’aviazione civile in Ucraina e nel mondo.