Compagnie Aeree

Nuovo inizio: Austrian Airlines riprenderà le operazioni di volo il 15 giugno

Print Friendly, PDF & Email

Gli aeromobili di Austrian Airlines decolleranno nuovamente su voli di linea regolari il 15 giugno 2020 dopo una pausa di quasi 90 giorni. I primi aerei decolleranno per Londra, Parigi e Bruxelles, tra gli altri. Austrian Airlines offrirà voli per le seguenti destinazioni nella prima settimana di ripresa delle operazioni di volo: Amsterdam, Atene, Basilea, Berlino, Bruxelles, Bucarest, Ragusa, Dusseldorf, Francoforte, Ginevra, Amburgo, Copenaghen, Larnaca, Londra, Monaco, Parigi , Pristina, Sarajevo, Skopje, Sofia, Stoccolma, Stoccarda, Tel Aviv, Salonicco, Tirana, Varna e Zurigo. Nella settimana successiva, in particolare dal 22 al 28 giugno 2020, la compagnia aerea opererà voli verso destinazioni aggiuntive, ad esempio Belgrado, Graz, Innsbruck, Kiev, Košice, Milano, Nizza, Praga, Spalato e Varsavia. Di conseguenza, Austrian Airlines decollerà verso 37 destinazioni nelle prime due settimane di ripresa delle operazioni di volo, fatte salve le nuove restrizioni ufficiali, e offrirà una capacità media del 5% rispetto all’anno precedente. Il programma di volo corrispondente è ora visibile su austrian.com, tra gli altri. Nella fase iniziale, la compagnia aerea utilizzerà principalmente aeromobili più piccoli come Embraer 195 e Dash 8. Altre destinazioni verranno aggiunte nelle settimane successive. La compagnia aerea sta attualmente sviluppando un programma di volo per luglio e fornirà le informazioni pertinenti nel prossimo futuro.   “Siamo tutti contenti che Austrian Airlines stia finalmente volando di nuovo. Vorrei ringraziare i nostri clienti per la loro pazienza e comprensione. E, naturalmente, vorrei ringraziare i nostri dipendenti che sono rimasti fermi nel loro impegno nei confronti della nostra Austrian Airlines in questi ultimi mesi ”, afferma Andreas Otto CCO. “Riprenderemo anche il servizio di volo a lungo raggio non appena avremo un traffico di alimentazione sufficiente sulle rotte a corto e medio raggio. Questo potrebbe già essere il caso di luglio ”, aggiunge.

Ciò che i passeggeri devono tenere a mente quando volano in periodi di coronavirus

I passeggeri sono tenuti a indossare un copricapo a bordo degli aeromobili Austrian Airlines e all’aeroporto di Vienna. A tutti i passeggeri è richiesto di portare da soli le proprie maschere protettive, come richiesto quando si usano altri mezzi di trasporto pubblico. Inoltre, tutti i clienti sono invitati a tenere conto delle norme di entrata e di quarantena attualmente valide nelle rispettive destinazioni durante la pianificazione dei loro viaggi (consultare il sito Web IATA Travel Center). Restrizioni possono essere imposte durante l’intero viaggio a causa delle più severe norme igieniche e di sicurezza, ad esempio tempi di attesa più lunghi ai controlli di sicurezza dell’aeroporto. Quando si selezionano o si assegnano i posti, la direttiva generale prevede che i passeggeri, che non vivono nella stessa famiglia, debbano disperdersi nell’aeromobile il più lontano possibile l’uno dall’altro. Tuttavia, in caso di utilizzo ad alta capacità, a nessun passeggero verrà rifiutato un posto per mantenere libero un posto vicino.  

Misure di protezione intensificate già avviate

All’inizio della crisi del coronavirus, Austrian Airlines ha già aumentato la frequenza della pulizia della cabina dell’aeromobile. Questo, naturalmente, continuerà nella ripresa. La pulizia intensiva viene quindi eseguita più spesso insieme alle procedure di pulizia standard dopo ogni volo. Ciò vale in particolare per la pulizia di tutti i tavoli, braccioli, cinture di sicurezza e maniglie delle portiere. Naturalmente, i passeggeri avranno sempre acqua e sapone a disposizione nei bagni per lavarsi le mani. Filtri speciali assicurano la purificazione dell’aria continua a bordo durante i voli. Lo standard di questi dispositivi corrisponde a quelli delle sale operatorie cliniche, rendendo l’aria a bordo più pulita dell’aria che una persona respira sulla terra. Inoltre, il flusso d’aria nell’aeromobile avviene dall’alto verso il basso, il che significa che è improbabile che l’aria sia distribuita tra le file dei sedili.

L’aeroporto di Vienna richiede inoltre alle persone di indossare maschere protettive e ha migliorato le sue operazioni di pulizia. I cosiddetti “starnuti” (pannelli in plexiglass) sono stati installati presso i banchi check-in, imbarco e informazioni. I segni sul pavimento aiutano a mantenere una distanza di sicurezza. Inoltre, i passeggeri possono utilizzare distributori di disinfettanti per le mani lungo tutto il percorso fino a raggiungere l’aeromobile. In questo modo, l’aereo può essere imbarcato gradualmente in gruppi più piccoli. Inoltre, i cancelli di imbarco rapido all’aeroporto di Vienna consentono l’imbarco senza contatto. Uno scanner legge la carta d’imbarco, eliminando così la necessità di un contatto personale con un dipendente.  

Il periodo di cambio di prenotazione è stato prorogato fino al dicembre 2021

Austrian Airlines ha nuovamente prorogato il periodo per la riprenotazione gratuita dei voli al fine di soddisfare il desiderio di molti passeggeri di una maggiore flessibilità nella pianificazione dei loro viaggi. I biglietti che sono già stati prenotati o che saranno prenotati per la prima volta entro il 30 giugno 2020 per i voli fino al 30 aprile 2021 possono ora essere riprenotati in una nuova data di viaggio fino al 31 dicembre 2021 (ultimo inizio del nuovo viaggio). I passeggeri hanno tempo fino al 31 gennaio 2021 per specificare una nuova data di volo. Fino ad allora il biglietto sarà tenuto in sospeso e il valore del biglietto rimarrà invariato.  

I biglietti per voli cancellati possono anche essere riprenotati dopo la data del volo originale. Nel caso di collegamenti di volo intatti, i passeggeri devono comunicare alla compagnia aerea le modifiche prima della data effettiva del viaggio.